proprietà e benefici dello zenzero

Zenzero: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarlo

Noto anche con il nome inglese Ginger, lo zenzero è una pianta erbacea perenne ed appartiene alla famiglia delle Zingiberacee. La pianta del Ginger è composta da un fusto sotterraneo, formato da un rizoma ramificato da cui hanno origine i fusti vegetativi: è proprio questa la parte medicinale dello zenzero, che contiene gingerina, zingerone, olio essenziale, resine e mucillagini. Vediamo quali sono le proprietà e i benefici dello zenzero, le sue controindicazioni e come usarlo.

Zenzero proprietà e benefici

Ricco di acqua, carboidrati, amminoacidi, proteine, sali minerali tra cui calcio, manganese, sodio, fosforo, ferro, zinco, potassio, magnesio, vitamine del gruppo B, vitamina E e olio essenziale, lo zenzero è una spezia dalle eccezionali proprietà curative. Le sue proprietà antitumorali hanno effetti benefici nei casi di carcinomi del colon-retto, ma lo zenzero è anche un buon digestivo e ottimo rimedio per combattere la nausea da gravidanza, il mal d’auto e mal di mare. Lo zenzero apporta benefici all’apparato digerente ed è efficace nel combattere la gastrite e le ulcere intestinali. E’ anche efficace nei casi di diarrea e aiuta l’eliminazione dei gas intestinali. Anche nei casi di stati influenzali le proprietà benefiche dello zenzero agiscono come antibiotico combattendo febbre e raffreddore, ed è un valido aiuto contro catarro e tosse. Gli effetti benefici dello zenzero sono riscontrabili anche in caso di infiammazioni alla gola come laringite e faringite, laringite. Tra le proprietà benefiche dello zenzero vi è anche quella di alleviare il mal di testa, ridurre i dolori articolari e muscolari e dare sollievo alle infiammazioni di stomaco ed esofago. I benefici dello zenzero si estendono anche al cuore: infatti, le proprietà benefiche dello zenzero lo rendono un valido alleato del cuore ed aiuta anche a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. Inoltre, il rizoma di zenzero è anche un buon anticoagulante e contribuisce a ridurre la formazione di coaguli nelle arterie abbassando la pressione sanguigna.

Come utilizzare lo zenzero

Lo zenzero è molto utilizzato in cucina per insaporire piatti a base di carne, pesce e verdure, ma è utile anche per preparare biscotti e torte, soprattutto quelle che si consumano per tradizione nel periodo natalizio. Per sfruttare i benefici dello zenzero si può invece preparare una tisana o un decotto dalle ottime proprietà digestive. Reperibile sotto forma di germogli, essiccato sia a pezzi che ridotto in polvere, lo zenzero è disponibile in commercio anche sotto forma di olio essenziale, da diffondere nell’aria o da utilizzare per via cutanea.

Controindicazioni dello zenzero

Anche se si tratta di una spezia con tante proprietà e benefici lo zenzero in alcuni casi va utilizzato sotto stretto controllo medico. Ad esempio, moderarne l’uso in gravidanza, evitare l’assunzione in caso di allergia anche a uno solo dei componenti presenti. Se si è allergici allo zenzero possono comparire rossori sulla pelle ed eruzioni cutanee, ma l’uso prolungato può causare gastrite, ulcere e gonfiori intestinali piuttosto che curarli. Inoltre, è consigliabile non utilizzare zenzero se si assumono farmaci antinfiammatori e ipotensivi.